Criteri di Jones modificati per un primo episodio di febbre reumatica acuta (ARF)*

Posted on

L’interessamento cardiaco della febbre reumatica provoca una cardite, talvolta in associazione con sfregamenti pericardici e soffi, danno valvolare acuto e disturbi emodinamici.

Dovete chiamare il pediatra se vostro figlio presenta questi sintomi: Si raccomanda sempre di consultare il medico pediatra, senza esitazioni, quando il bambino presenta altri sintomi della febbre reumatica. La febbre reumatica o reumatismo articolare acuto (RAA) è una malattia infiammatoria che si manifesta come conseguenza di una infezione da streptococco, a carico delle prime vie aeree. I criteri di Jones modificati sono stati progettati per la valutazione della febbre reumatica acuta piuttosto che per un’eventuale recidiva. Solo il 35% dei bambini con febbre reumatica acuta presenta un allungamento dell’intervallo PR; può verificarsi un blocco cardiaco di grado più alto, ma è raro. Le RX torace non sono eseguite di routine, ma possono rilevare una cardiomegalia, presentazione frequente della cardite nella febbre reumatica acuta. Il titolo antistreptolisinico è il miglior indice di infezione da streptococco beta-emolitico di gruppo A che, abbinato ai segni di malattia acuta, indirizza verso la diagnosi di malattia reumatica. La diagnosi di febbre reumatica può essere impostato se ci sono almeno 2 o più segni principali della malattia. Nella fase acuta della febbre reumatica possono essere catturati endocardio, miocardia, pericardio, polmoni e pleura. Migrando in altri distretti del corpo, lo Streptococco può quindi innescare una infiammazione sistemica acuta chiamata malattia reumatica, o febbre reumatica, o reumatismo articolare acuto.

Criteri di Jones modificati per un primo episodio di febbre reumatica acuta (ARF)*

  • il mal di gola arriva improvvisamente, è subito molto doloroso e dura più di una settimana;
  • i sintomi sono gravi, con febbre sopra i 38° e placche

I sintomi della febbre reumatica si manifestano entro 5 settimane dal contagio, e sono i seguenti: Questi sintomi devono certo allarmare i genitori, e spingere ad un controllo medico accurato.

I reumatismi nel sangue sono una malattia infettiva nota anche come febbre reumatica perchè hanno la febbre come sintomo principale. La febbre reumatica non è una malattia ereditaria, poiché non può essere trasmessa direttamente dai genitori ai bambini. La prevenzione della febbre reumatica fa affidamento su una diagnosi immediata e sul trattamento antibiotico (l’antibiotico raccomandato è la penicillina) dell’infezione streptococcica della gola nei bambini. La febbre reumatica è una malattia dei bambini in età scolare e dei giovani al di sotto dei 25 anni. Soffi innocenti (soffi al cuore senza malattia cardiaca), malattie cardiache congenite o altre malattie cardiache acquisite possono essere confuse con la febbre reumatica. In seguito alla diagnosi, si raccomanda la protezione a lungo termine con antibiotici per evitare la ricomparsa della febbre reumatica acuta. Tuttavia, persiste il rischio di attacchi ricorrenti di febbre reumatica acuta e l’interessamento cardiaco può causare sintomi per tutta la vita. Attualmente per la diagnosi di febbre reumatica si usano i criteri di Jones: due o più criteri maggiori oppure un criterio maggiore e due minori. Criteri minori: febbre, artralgie, storia di precedente malattia reumatica o cardiopatia reumatica, allungamento del tratto P-R all’ECG, VES alta, proteina C positiva, leucocitosi.

Che cos’è il reumatismo articolare acuto o febbre reumatica?

  • febbre;
  • poliartrite migrante;
  • cardite;
  • corea;
  • noduli sottocutanei;
  • eritema marginato.

La malattia cardiaca reumatica è un danno permanente al cuore causato dalla infiammazione della febbre reumatica.

Danni cardiaci da febbre reumatica possono anche mostrarsi molti anni dopo la malattia . Le sequele non-infettive (o non-suppurative) delle infezioni da Streptococchi di gruppo A più note sono la febbre reumatica (o malattia reumatica in senso stretto) e la glomerulonefrite poststreptococcica. La Febbre Reumatica (o Reumatismo Articolare Acuto) I criteri di Jones furono introdotti nel 1944 come set di linee-guida per la diagnosi della Febbre Reumatica e della Cardite Reumatica. Tutt’oggi l’esame clinico rimane la base della diagnosi di Febbre Reumatica e di cardite, in quanto il ruolo dell’ecocardiografia dovrebbe essere considerato come ausiliario. Viene consigliata prudenza nell’utilizzo di una manifestazione clinica isolata (ad esempio monoartrite, febbre, artralgie, elevazione dei reattanti di fase acuta) per porre diagnosi di Febbre Reumatica. Per i pazienti che soddisfano i criteri di Jones, la diagnosi dovrebbe essere quella di Febbre Reumatica acuta. Wilson (1962) tra le manifestazioni maggiori e minori associate alla cardite della Febbre Reumatica erano annoverate, oltre a poliartrite, chorea di Sydenham, noduli sottocutanei, eritema multiforme (marginato? Ad oggi non esistono esami o segni specifici per effettuare una diagnosi di febbre reumatica e la sua individuazione si basa sul riscontro di precisi criteri clinici. Reumatismo articolare acutoMalattia infiammatoria, detta anche febbre reumatica, dovuta all’azione delle tossine prodotte dallo streptococco, che provocano un’infiammazione delle grandi articolazioni e del cuore.

  • Inoltre, consultare il medico se il bambino mostra altri segni o sintomi di febbre reumatica.

~ - Varietà di reumatismo assai importante (malattia reumatica) che interessa specialmente i bambini e i giovani, quasi sempre in seguito a tonsillite o a mal di gola.

È opportuno portare il bambino dal pediatra quando manifesta i sintomi della faringotonsillite da streptococco, perchè è possibile prevenire la febbre reumatica curando con attenzione la faringotonsillite da streptococco. La terapia antibiotica può essere posposta sino a 9 giorni dopo l’inizio dei sintomi senza che ciò ne comprometta l’efficacia nella prevenzione della malattia reumatica. Le manifestazioni cliniche della febbre reumatica sono molto varie, si possono sviluppare pochi o molti sintomi, ed essi possono variare nel corso della malattia. Se invece il bambino, presenta più episodi consecutivi di mal di gola ed essi non sono trattati nella maniera corretta, potrebbe sviluppare la febbre reumatica. sintomatologia Esordio ACUTO a distanza di 2-4 settimane da una faringite streptococcica (infezione primaria) Le manifestazioni cliniche della febbre reumatica sono variabili da individuo a individuo 8 criteri di Jones per la diagnosi di malattia reumaticaMAGGIORI Cardite Artrite Eritema marginato Noduli sottocutanei Corea 9 criteri di Jones per la diagnosi di malattia reumaticaMINORI Febbre Artralgie Aumento indici infiammatori Allungamento intervallo PR all’ECG Precedente attacco reumatico 10 L’eritema marginato reumatico è una lesione tipica della febbre reumatica, patologia caratterizzata da numerosi altri sintomi (artrite migrante, noduli, febbre, stanchezza, dolori addominali ecc.). La febbre reumatica solitamente presenta una associazione di manifestazioni cliniche che costituiscono i criteri diagnostici essenziali alla diagnosi (criteri di Jones).

Ci sono sintomi clinici che possono essere notati dai genitori all’inizio della malattia quali febbre, affaticamento, perdita di appetito, pallore, dolori addominali.

Sì, i sintomi cutanei sono tra i più importanti della malattia reumatica, tanto è vero che vengono considerati sintomi « maggiori », assieme alla cardite, poliartrite, corea. I segni cutanei più frequenti che possono comparire in corso di reumatismo articolare acuto sono l’eritema marginato e i noduli sottocutanei. Tra i criteri minori sono anche inclusi una storia di precedente infezione streptococcica oppure un precedente episodio di reumatismo articolare acuto o di cardiopatia reumatica. Una volta che l’episodio acuto della malattia reumatica si è risolto, è possibile avere delle recidive, cioè si possono manifestare altri episodi di febbre reumatica? Comunque le recidive sono più frequenti entro i primi cinque anni dall’esordio dell’episodio acuto e man mano diventano più rare con il declinare dell’attività della malattia reumatica. Benché aspecifica, la velocità di sedimentazione degli eritrociti resta uno dei test più importanti per distinguere una malattia reumatica di tipo infiammatorio (reumatismo articolare acuto) dalle malattie degenerative (artrosi). Non esiste una cura specifica della malattia reumatica e non vi sono neppure misure terapeutiche che possano modificare il decorso dell’attacco acuto. Di seguito, è riportata una tabella con i cosiddetti criteri di Jones, utili al medico per stabilire se si tratta o meno di febbre reumatica. Il fenomeno clinicamente più importante della febbre reumatica è l’azione negativa che essa esplica sulle valvole cardiache e che di solito si manifesta alcuni anni dopo lo stadio acuto. La febbre reumatica tipicamente manifesta un insieme di sintomi clinici che poi sono alla base per l’impianto diagnostico (criteri di Jones).